TIROCINI FORMATIVI IN VIRTUS CON IL PROGETTO “ATTIVA GIOVANI” 2015

on .

Attiva-GiovaniPromosso da Coop Consumatori Nordest in collaborazione con l’Alleanza delle Cooperative Italiane

La Polisportiva Virtus Correggio è l’unica società sportiva di tutta la provincia di Reggio Emilia ad aver ottenuto la possibilità di partecipare al Progetto di Coop Consumatori Nordest denominato “Attiva Giovani” grazie alla sua natura giuridica e all’esclusivo scopo educativo della sua attività.

Progetto “Attiva Giovani” offrirà a partire da settembre vere e proprie esperienze formative retribuite per ragazzi e ragazze dai 25 ai 34 anni e una di questa potrà esser realizzata proprio nella nostra polisportiva, in particolare per giovani laureati in Scienze Motorie o Scienze dell’Educazione ancora inoccupati o disoccupati.

Ma come funziona? I punti Sociocoop accumulati facendo spesa, una volta donati a favore dell’iniziativa, verranno trasformati da Coop in contributi finanziari che serviranno a remunerare stage formativi presso cooperative e imprese sociali.

Il progetto è stato sperimentato per la prima volta a Mantova nel 2014, il successo dell’iniziativa ha fatto sì che da settembre fossero già attivi nella provincia 21 stage lavorativi della durata di 4 mesi ciascuno. Un successo inaspettato che ha permesso nel 2015 ad “Attiva Giovani” di essere esteso, oltre alla provincia di Mantova, anche a quella di Brescia, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

Le cooperative ospitanti avranno un legame diretto con i soci Coop e potranno farsi conoscere attraverso varie iniziative realizzate a punto vendita. L’Alleanza delle Cooperative Italiane di Reggio Emilia avrà un ruolo di coordinamento generale e sarà referente per Coop e per le cooperative ospiti dei tirocini. Ad oggi le cooperative sociali, di comunità e imprese sociali che hanno aderito al progetto sono già 30, la Polisportiva Virtus Correggio è appunto una di queste!

Per informazioni e candidature: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA VIRTUS ALL’UNIVERSITÀ!

on .

foto-tesi-giulia webLa nostra Polisportiva come “case study” della tesi di laurea della neo dr.ssa Giulia Denti

La neolaureata in Giurisprudenza Giulia Denti ha scelto di parlare dalla Polisportiva Virtus Correggio s.c.s.d. nella sua Tesi di Laurea dal titolo “I contratti di lavoro degli sportivi”, ma perché scegliere proprio noi?

L’abbiamo incontrata per alcune domande:

Giulia, cosa ti ha spinto a scegliere la Virtus Correggio e non altre società sportive come argomento del tuo case study?

«Dopo aver parlato nella prima parte della Tesi dei contratti di lavoro degli sportivi professionisti e dilettantistici, mi è venuta l’idea di trattare questo tema in una realtà specifica come quella della Virtus Correggio. La polisportiva agisce nell’ambito del progetto dell’Unità Pastorale e fonda la sua proposta educativa e formativa proprio nell’attività sportiva con l’intento della crescita umana degli atleti. Non è una società sportiva come le altre e i suoi valori sono un’importante strumento di supporto all’oratorio e al progetto educativo della pastorale giovanile. È una realtà che sento molto vicina».

Nella tua Tesi hai parlato anche di alcune problematiche che può riscontrare una Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica come la polisportiva Virtus, quali sono?

«Sì, la difficoltà di gestire correttamente tutto ciò che riguarda l’ambito del diritto all’interno di una Società Sportiva Dilettantistica è davvero tanta perché in questo settore è presente una forte lacuna normativa. La Virtus Correggio ha scelto di accettare solamente sponsorizzazioni che siano conformi alla legge e stipulare tutti e soli contratti legalmente corretti. È di importanza fondamentale sottolineare questo aspetto perché, in una realtà come quella di oggi, vi assicuro, non è una cosa da poco. La maggior parte di coloro che svolgono prestazioni all’interno di questa polisportiva lo fanno in modo volontario e anche a tutti loro è stata fatta firmare una dichiarazione in cui risulta che l’attività è prestata gratuitamente e volontariamente per contribuire al raggiungimento degli obiettivi che la società si è posta. La Virtus Correggio è una società che ha fatto la scelta di privilegiare e incentivare il lavoro volontario in un’ottica che preveda soprattutto lo spirito di servizio e in una realtà come quella locale la rende una società unica».

Ringraziando nuovamente la Dott.ssa Giulia Denti per aver dedicato parte del suo elaborato di Tesi alla nostra Società, cogliamo l’occasione per congratularci ancora una volta con lei. 

Il debutto di Francesco Messori: la rassegna stampa

on .

Martedì è andato in scena il debutto di Francesco Messori in maglia Virtus (nella foto insieme alla squadra), nella gara disputata sul campo del Saturno Guastalla.

Virtuscorreggio.it vi propone una corposa rassegna stampa dell'evento, che dai prossimi giorni troverete anche nell'apposita sezione "rassegna stampa".

Il Resto del Carlino nazionale/1 - 21 ottobre 2014

Il Resto del Carlino nazionale/2 - 21 ottobre 2014

Prima Pagina/1 - 21 ottobre 2014

Prima Pagina/2 - 21 ottobre 2014

 

Il Resto del Carlino/1 - 22 ottobre 2014

 

Il Resto del Carlino/2 - 22 ottobre 2014

 

Prima Pagina/1 - 22 ottobre 2014

 

Prima Pagina/2 - 22 ottobre 2014

 

virtus

 

MARTEDI' IL DEBUTTO DI FRANCESCO MESSORI

on .

Foto Messori Virtus Correggio

Martedì 22 ottobre, esordio di Francesco Messori, capitano della Nazionale italiana amputati, in una gara ufficiale tra normodotati. Una data importante per tutto lo sport italiano.

Martedì 22 ottobre sarà un giorno speciale per Francesco Messori, per la Polisportiva Virtus Correggio e, più in generale, per lo sport italiano: il capitano della Nazionale italiana amputati, farà infatti il suo esordio a Guastalla (RE), nella partita che la sua squadra giocherà, con inizio alle ore 17,30 al campo parrocchiale di Pieve di Guastalla, contro i pari età del Saturno Guastalla, gara valevole per il campionato provinciale under 14 CSI. Sarà la prima volta, dunque, che Messori, agli ordini di mister Nicola Simonelli, potrà agire nel suo ruolo di centravanti in una partita ufficiale tra normodotati. Il che rappresenta una “prima volta” assoluta anche nell’ambito dello sport nazionale, motivo di grande gioia ed emozione non solo per Francesco, ma anche per la Virtus Correggio, società per la quale Messori è tesserato da quest’anno.

Un altro capitolo di una storia che sta emozionando un po’ tutta Italia e che trasmette alcuni tra i valori più importanti nello sport e nella vita. “Siamo molto felici di poter condividere con Francesco questa tappa importante della sua vita – commenta il Presidente della Virtus Correggio, Roberto Magnani – per noi rappresenta una nuova sfida in coerenza al progetto educativo e formativo che, nato come espressione del coordinamento e della collaborazione di alcuni Oratori di Correggio (RE), ha l’obiettivo di promuovere attraverso lo sport iniziative e attività a forte vocazione inclusiva. Nella nostra società sportiva – continua Magnani - non esiste la classica selezione sportiva ma cerchiamo di tradurre sul campo e in palestra la nota parabola evangelica dei talenti e quindi aiutare ciascun ragazzo e ragazza ad esprimere al meglio le qualità uniche e preziose di cui sono portatori. In Virtus tutti gli atleti sono dei talenti! Francesco sotto questo profilo – conclude il Presidente - con la sua tenacia e il suo spirito di sacrificio, ci sta certamente facilitando in questo nostro meraviglioso e impegnativo compito”.

La storia di Francesco Messori, ragazzo nato a Correggio (RE), privo di una gamba, prende il volo nel 2011 quando il CSI, tramite il presidente nazionale Massimo Achini, si attiva per realizzare i suoi due desideri: giocare a calcio disputando partite vere e non solo amichevoli e formare una squadra Nazionale amputati.

Grazie a una speciale deroga concessa dalla Federazione, Francesco ha fatto dunque il suo esordio in un torneo ufficiale il 5 febbraio 2012, a Cremona, e l’8 dicembre dello stesso anno ad Assisi è nata la squadra Nazionale amputati, grazie alla rete di contatti messa in piedi tramite i social network. Gli Azzurri hanno disputato il primo match ufficiale l’anno seguente, il 27 aprile 2013, ad Annecy, in Francia. La Nazionale italiana amputati aderisce alla WAFF (World Amputee Football Federation) e si sta preparando per i Mondiali di categoria, in programma in Messico nel prossimo dicembre.

UNA VIRTUS MONDIALE!

on .

Sabato 4 ottobre andrà in scena una Virtus...Mondiale!

La comitiva bianco-blu, infatti, si trasferirà al PalaPanini per vedere da vicino le atlete più importanti del volley, impegnate in Italia nella kermesse iridata: in campo si giocherà la seconda fase della manifestazione, in particolare la Pool F, che vedrà di fronte le prime quattro classificate del girone C e quelle del girone D.

Il programma prevede il ritrovo a San Prospero alle 15,30, con partenza per Modena un quarto d'ora più tardi; alle 17 e alle 20 la visione dei due match in programma, inframezzati dalla cena nel villaggio predisposto per l'occasione al PalaPanini.

I posti disponibili sono 60, il costo è di 25€.

Iscrizioni in segreteria entro l'1 ottobre; infoline 3383884400.

 

Virtus Mondial

 

 

  • Spal
  • Silcompa
  • BancaMediolanum
  • BancoEmiliano