VIRTUS CORREGGIO A BRESCIA PER IL CONVEGNO SULLE SOCIETA’ SPORTIVE CSI

on .

Virtus Correggio a Brescia per il convegno sulle societa’ sportive csiLa Virtus Correggio, rappresentata dal proprio Presidente, Roberto Magnani, e dall’allenatore degli Esordienti del Settore Calcio, Nicola Simonelli, ha partecipato lo scorso 8 e 9 febbraio al secondo “conclave associativo” del CSI nazionale dal titolo "La società sportiva Csi: caratteristiche, realtà e prospettive".

Il convegno promosso da Csi Lombardia e Csi Emilia Romagna, in collaborazione con la Presidenza nazionale, aveva come obiettivo quello di definire con precisione la “società sportiva del terzo millennio”. A Brescia, in due giornate intense di lavoro, si è iniziato un percorso affascinante e indispensabile, a cui la Virtus ha deciso di partecipare anche per portare il proprio modello educativo e formativo e per sostenere la necessità che le società sportive di estrazione oratoriale si impegnino concretamente nel rafforzare importanti alleanze educative con le Parrocchie di provenienza, perché si sviluppi una vera e propria rete fra le diverse figure operanti all’interno (ma anche al di fuori) degli Oratori e magari perché le società sportive stesse possano evolvere in strumenti condivisi tra i parroci e le diverse comunità di fedeli. La Virtus Correggio ha portato alcuni concetti che ritiene decisivi per la sfida educativa che ha scelto di accettare e che ha rilanciato a tutte le società sportive presenti: la polisportività, perché lo sport rappresenta il mezzo e non il fine e quindi la necessità di essere “aperta” alle esigenze e ai desideri dei bambini e dei ragazzi, non limitandosi ad una o poche discipline ma promuovendo anche sport cosiddetti minori, per arrivare a conoscere il maggior numero di ragazzi possibile; la “vocazione giovanile” ovvero la scelta di occuparsi solo della fascia under 18, con obiettivi tecnici e formativi fortemente intrecciati ma rivolti esclusivamente ai bambini e ai giovani, rispondendo in piano al proprio mandato educativo. Infine, il terzo elemento caratterizzante la Virtus e promosso nel convegno nazionale, è stato l’interparrocchialità ovvero la possibilità che una società sportiva di oratorio possa essere strumento di “missione” per più parrocchie (unità pastorali e non solo) per valorizzare al meglio le risorse di ciascuna (es. impianti sportivi, allenatori e dirigenti) e soprattutto per esercitare, nel mondo dello sport, un ruolo di cerniera più forte tra la pastorale ordinaria e la comunità civile locale.

Virtus Correggio a Brescia per il convegno sulle societa’ sportive csiIn generale a Brescia sono state affrontate tantissime dinamiche della vita “reale e vissuta” delle società sportive: dall’impiantistica, alle normative fiscali, alla polisportività, alla certificazione di qualità, ai dirigenti arbitrali, alla formazione dei dirigenti, alla tecnologia come risorsa educativa… solo per fare alcuni esempi. Sul piano strategico invece sono stati definiti come indispensabili e caratterizzanti della società sportiva Csi i seguenti livelli:

1. Livello organizzativo

2. Livello progettuale

3. Livello della Vision

4. Livello della Profezia

È la presenza di tutti questi livelli che caratterizza una società sportiva del Csi. Una società sportiva che deve “rinunciare” a fare in modo che il passato generi il suo presente (faccio così perché abbiamo sempre fatto così) per fare in modo che il suo futuro generi il suo presente (faccio così perché ho obiettivi chiari su dove voglio andare).

NATALE DELLO SPORTIVO 2013: "IL VANGELO SECONDO LO SPORT”- ATLETI E VICENDE SPORTIVE ALLA LUCE DI BRANI EVANGELICI

on .

locandina Natale2013 1

“Il Vangelo secondo lo sport” è stato un appassionante ed emozionate recital realizzato nella serata di festeggiamento del Natale dello Sportivo 2013 lo scorso 21 dicembre direttamente dall’autore Andrea Barbetti (insegnante, arbitro e formatore nazionale Csi) ed alcuni nostri “amici” che per l’occasione si sono impegnati nel non facile compito di attori-lettori-musicisti. Avevamo il desiderio di festeggiare il Natale non solo con cene e scambi di auguri ma anche con un momento importate di riflessione aperto a tutte le nostre famiglie. L’occasione di poter avere per la prima volta in Emilia Romagna questo spettacolo ci è parso subito in linea con le nostre aspettative anche e soprattutto perché ci offriva l’opportunità di mettere in relazione e far dialogare in modo originale il messaggio evangelico con i valori, le tensioni e gli ideali sportivi che la Virtus cerca, con tanta determinazione, di trasmettere quotidianamente. Il recital si è svolto in quasi due ore di suggestivi e toccanti racconti di epiche avventure sportive costantemente intrecciate con altrettanti episodi del Vangelo di Luca, in un parallelismo che ha emozionato il pubblico per la forza e la profondità dei temi e delle vicende raccontate.
barbetti

Cinque sono stati i racconti recitati nella serata: il brano di Gesù nel deserto (“il Dottor Doping”), quello dei discepoli che mangiano spighe di grano il sabato (“La legge e l'uomo”), la parabola del Buon Samaritano (“Peter il samaritano”), quella del servo e il padrone (“Capitano della sua anima”) ed infine il dialogo tra Gesù e Ponzio Pilato (“Pilato e i campi della neve”), tutti episodi che hanno aiutato a capire come l’universalità dell’insegnamento cristiano si ritrovi facilmente sia nell’esperienza sportiva quotidiana di base che in quella svolta ad alti livelli.

 

PROGETTO GIOCO-MOTRICITÀ NELLE SCUOLE PRIMARIE DI CORREGGIO

on .

Progetto gioco-motricità nelle scuole primarie di CorreggioE’ terminato all’inizio di febbraio il progetto di Gioco-Motricità offerto dalla Virtus Correggio, in collaborazione con una sua importante azienda partner, a tutte le classi delle Scuole Primarie dei due Istituti Comprensivi del nostro territorio. Il dr. Ruggiero Fernando e la dr.ssa Federica Bellei, istruttori della nostra polisportiva, hanno perseguito il duplice obiettivo da una parte di far conoscere la polisportiva ad un anno dalla sua nascita e dall’altra di rafforzare e integrare, nell’ottica della promozione del benessere e delle salute, la proposta didattica ludico motoria rivolta ai bambini dai 6 agli 11 anni della Scuole del Comune di Correggio. La Virtus quindi ha promosso e realizzato, durante i primi 5 mesi dell’anno scolastico 2013-2014, un programma di 5 lezioni di gioco-motricità a tutte le 49 classi appartenenti agli Istituti di cui sopra; oltre 1000 bambini hanno infatti potuto beneficiare di un percorso di educazione ludico motoria a loro dedicato e costruito su misura, in stretta collaborazione con gli insegnanti dei diversi plessi scolastici nei quali si sono svolte le attività. Sotto il profilo dell’importanza di percorsi motori per i bambini, è utile sottolineare che la stessa Regione Emilia Romagna, attraverso l’indagine “Okkio alla salute”, ha pubblicato lo scorso anno dati molto significativi al riguardo: 1 bambino su 10 risulta non attivo; 8 su 10 non pratica l’attività fisica raccomandata per la propria età; 3 su 10 guardano i programmi alla TV e/o usano i videogiochi per 2 ore o più al giorno; 1 su 3 ha la TV in camera, il tutto con gravi ripercussioni sullo stato di salute oltreché sul rischio di sedentarietà e di conseguenza sull’aumento della percentuale di obesità infantile. La stessa ricerca infatti ha evidenziato come nel 2012 il 22% dei bambini dell’Emilia-Romagna tra gli 8 e i 9 anni era in sovrappeso e il 7% in condizioni di obesità.

Al termine dell’esperienza, abbiamo chiesto alle referenti scolastiche del progetto un resoconto dell’attività. Ne hanno parlato con noi: Gabriella Buscaglia referente per le attività sportive del Plesso "Allegri" di Correggio, Agnese Beltrami, per la scuola primaria "d. P. Borghi" di Canolo, Anna Rita Rabitti, referente per le attività sportive del plesso di Prato, Raffaella Costa, per il Plesso Rodari-Cantona.

Tutte le insegnanti hanno sottolineato che il progetto ha sviluppato parallelamente le abilità motorie e gli aspetti educativi, ogni classe ha potuto “riflettere sul modo di affrontare le diverse discipline sportive concentrandosi sugli aspetti tecnici e soprattutto comportamentali”, su quest’ultimo aspetto “sono stati importanti i giochi e le attività mirate all’integrazione di tutti e l'accettazione dei limiti dell'altro (o di se stessi), alla cooperazione con gli altri, al rispetto delle regole, al saper creare gruppo nel gioco e capire che è il gruppo che fa la "forza" e non il singolo”… “gli alunni si sono sentiti incentivati a sviluppare un agonismo corretto e ad assumere un comportamento rispettoso ed attento sia nei confronti delle regole che verso i compagni di gioco…..rispetto alla classica attività motoria è emersa la spiccata competenza tecnica-educativa dell’esperto”. Inoltre “sono stati dati ai docenti spunti e proposte per continuare a lavorare su questi aspetti educativi e formativi importanti che ogni educatore si trova a gestire quotidianamente”. L’auspicio della Virtus e dei Presidi (prof.ssa Incerti Paola e prof. Bertoldi Fabio), è che il progetto si possa ripetere anche il prossimo anno, rafforzando ulteriormente il legame importante tra società sportiva e scuola.

RUBRICA SOSTENITORI VIRTUS

on .

spal

L'attività di Virtus Correggio viene sostenuta economicamente da alcuni sponsor correggesi. Conosciamoli e scopriamo cosa li ha spinti ad appoggiare il nostro modo di fare sport. Ne parliamo con Alessandro Spaggiari, Amministratore Delegato di SPAL Automotive srl fondata nel 1959, è leader mondiale nella progettazione e produzione di ventilatori e soffiatori elettrici ad alte prestazioni per l'utilizzo in sistemi di veicoli HVAC e sistemi di raffreddamento olio / motore.

- Perchè ha deciso di sostenere economicamente Virtus Correggio?

Ritengo che ognuno di noi, nello svolgimento della propria attività, professione o percorso di vita, abbia una responsabilità anche di tipo sociale. Il progetto Virtus Correggio, per come è stato concepito ed implementato, ricopre un ruolo di grande importanza nel formare ed indirizzare i ragazzi verso quei valori imprescindibili quali ad esempio la solidarietà, l’amicizia, il rispetto delle regole, la serietà e il senso di responsabilità, l’attenzione alla persona non solo come atleta ma come essere umano, il valore della dimensione spirituale e non solo materiale, che dovrebbero essere le fondamenta su cui impostare e gestire i delicati equilibri della propria vita futura.

Il contesto in cui ci troviamo ci interroga su problemi che ci troviamo a dover affrontare (di tipo economico/finanziario, relazionale o altro) che spesso rivelano la mancanza di quei valori che il cristianesimo propone come universali, che invece andrebbero interiorizzati e resi visibili nei comportamenti da parte di tutti noi, con responsabilità crescente per chi occupa posizioni di maggiore rilievo.

- Ritiene importante che gli imprenditori locali sostengano un progetto educativo come quello di Virtus?

Sì, certamente! Ritengo importante che gli imprenditori sostengano un progetto educativo di questo tipo, anche e soprattutto per le modalità con cui si è presentato al territorio, fin dal principio la Virtus Correggio si è caratterizzata per chiarezza di obiettivi educativi e formativi, trasparenza organizzativa, correttezza e onestà legale e amministrativa , elementi non solo enunciati ma pienamente agiti e applicati, che rappresentano oggi un modello di assoluto valore nel settore dello sport dilettantistico.

- Che prospettive si auspica per l'attività della Polisportiva?

Personalmente mi auguro che la Virtus Correggio, grazie al contributo che tanti di noi potranno e vorranno dare, possa continuare a svilupparsi nel medio e lungo termine senza dovere rinunciare alla qualità di quel progetto educativo, che è e deve continuare ad essere la base su cui costruire il futuro suo, di tutti coloro che vi collaborano e di tutti i ragazzi che vi aderiscono.

7 GIUGNO 2014: IL PAPA INCONTRA LE SOCIETÀ SPORTIVE

on .

papa-francesco incontra-soc-sportiveAtleti Virtus, segnatevi in agenda sabato 7 giugno a Roma!

Papa Francesco incontrerà le società sportive di tutta Italia, alla luce del suo frequente invito ad una “nuova tensione missionaria”.

Il CSI, in occasione del 70° anno dalla fondazione, ha organizzato l’evento: Piazza San Pietro sarà gremita dalle maglie colorate delle società sportive e sarà invasa dall’entusiasmo di giocatori, arbitri e atleti.

La festa inizierà già dal venerdì: per tutta la giornata e anche durante il sabato, via della Conciliazione si trasformerà in un grande villaggio dello sport, aperto a tutti quelli che vorranno giocare. La festa poi culminerà nel pomeriggio di sabato con l’incontro con Papa Francesco.

Saranno invitate tutte le società sportive italiane: quelle nate in Parrocchia e tutte le altre società “amiche” che hanno a cuore l’educazione dei giovani e dei ragazzi.

La nostra Polisportiva Virtus non mancherà certo ad un evento così speciale, quindi tenete muscoli e cuore caldo, ci aspetta una bella festa!

A breve tutte le notizie per le iscrizioni e la partecipazione.

  • spal-2020
  • silcompa-2020
  • giavauto-2020
  • schiatti-2020
  • riunite-2020
  • gregorio-2020
  • plaster-2020a
  • maris-2020
  • onorio-2020
  • granello-farro-2020
  • infinito-2020
  • saie-2020
  • stop-2020
  • davoli-2020
  • dvl-2020
  • bfc-2020
  • conad-2020
  • cantu-2020
  • bett-2020
  • autoradio-ok
  • aspo-2020
  • benati-2020
  • studio10-2020
  • cartotecnica-2020
  • viridis-2